LeTreScimmiette.info - Angri vista dagli angresi - News

A+ A A-
Mercoledì, 27 Aprile 2016 17:32

Il Beato Alfonso Maria Fusco sara' presto Santo

Beato Alfonso Maria FuscoIl Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza privata Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Nel corso dell’udienza il Papa ha autorizzato la Congregazione a promulgare il decreto riguardante il miracolo attribuito al Beato Alfonso Maria Fusco, sacerdote diocesano, fondatore della Congregazione delle Suore di San Giovanni Battista, di Angri, nato il 23 marzo 1839 e morto il 6 febbraio 1910.

Pubblicato in Curiosita'

 Costantino ScudieriCordoglio per la scomparsa di Costantino Scudieri, ex comandante dei Vigili Urbani.

Un lutto che colpisce l'intera comunità angrese, un uomo conosciuto e apprezzato da tanti,  testimone di un pezzo importante della storia di Angri.

I funerali si svolgeranno domenica 31 gennaio alle ore 08.45 da via Arnedi per proseguire per la Collegiata di San Giovanni Battista

Alla famiglia vanno le nostre sentite condoglianze

Pubblicato in Urbanistica

Giovedì sera 28 maggio (o nel caso il successivo giovedi) su Italia1 in prima serata giovani e talentuosi angresi parteciperanno a “Shark Tank”, il Business Talent Show che trasforma le idee in realtà.

Durante il real alcuni imprenditori o aspiranti tali presenteranno le proprie idee a un gruppo di cinque investitori – i cosiddetti “Squali” -, che giudicheranno la proposta e decideranno se investire il loro capitale in essa, accettando la richiesta iniziale dell’imprenditore che l’ha presentata o formulando una loro contro-offerta...tra i protagonisti della prima edizione ci saranno anche i ragazzi di Mangatar, rappresentati per l'occasione da Andrea Postiglione e Raffaele Gaito

Auguriamoci che i nostri giovani imprenditori riescano a convincere gli “squali” a finanziare la propria idea imprenditoriale.

Per conoscere cosa è Mangatar clicca qui.

Pubblicato in Curiosita'
Martedì, 12 Maggio 2015 09:01

Addio a Mario Da Vinci

Addio A Mario Da VinciNel ricordo di Aldo Severino il sentimento verso uno dei più apprezzati artisti della canzone Napoletana.

Erano gli anni '80, adolescenza passata da poco; anche se ancora acerba,  la mia voce era già impostata, tanto da farmi guadagnare il posto di presentatore da palco. All’epoca le radio private erano vere e proprie fucine di talenti,  e il buon Matteo Stellato,  impresario di razza come pochi, mi prelevò, in un pomeriggio d’estate afoso,  da quel  luogo deputato a far girare dischi e annunciare dediche. Pochissime ore dopo ero già sulla scena. La prima di una lunghissima serie  di presentazioni  e di conduzioni da “palco”.

Fu in quel periodo che conobbi Mario Da Vinci che con il figlio Sal , dovevano chiudere  da “guest star” una festa di piazza in quel di Sant’Egidio del Monte Albino; lo ricordo quel personaggio: giovane, bravo,  capace,  con una voce stridente e potente; io poco più che ragazzino dovevo introdurlo in quella che sarebbe stata la chiusura della serata canora. Il figlio Sal, era uno scugnizzo che seguiva il papà come un’ombra, venivano da un successo mondiale "O’motorino", lui in una pausa, e comunque prima di salire sul palco, mi disse: “Guaglio’ tu si tropp bbrav….tien a voce cumm a Ninì Cortese , ( indimenticato  showman dell’etere televisivo napoletano di quei tempi )  può presentà o’ festival e Napul!”

Ho un bellissimo ricordo di queste frasi e, anche  se  negli anni molti  me le hanno ripetute , ritengo che Mario Da Vinci in quel momento me le disse con il cuore, come nessun altro del mondo artistico - napoletano avrebbe potuto dire.

Ci siamo incontrati molte altre volte su  impegni, in gergo si chiamano così le feste e gli eventi  che ogni artista ha in programma, ed ho sempre avuto una  bell’impressione di questo personaggio.

La conferma pochi anni fa ad Ischia, ero in vacanza, lui sempre elegante,  passeggiava sul Corso Vittoria Colonna  con il figlio Sal, che nel mentre era assalito da fan e curiosi;  mi avvicinai a Mario salutandolo e stringendogli la mano, lui mi disse:"Ti si fatt  gruoss pure tu! Ma o’ presentatore o fai ancor?"  Si era ricordato di me, di  quel ragazzo che quella sera gli aveva aperto e lasciato la scena, su un palco di tavole inchiodate e impolverate di periferia.

La tua voce sarà esempio e ricordo per gli appassionati della grande musica di “Canta Napoli”. 

Pubblicato in Curiosita'
Venerdì, 24 Aprile 2015 17:12

25 Aprile: La Festa della Liberazione

Il 25 aprile si celebra l’anniversario della liberazione d’Italia dalla occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista avuta luogo nel 1945.

Ogni anno in svariate città italiane vengono organizzati cortei e manifestazioni per festeggiare e ricordare la festa della liberazione. Torino e Milano furono liberate il 25 aprile del 1945: questa data è stata assunta quale giornata simbolica della liberazione dell'Italia intera dal nazifascismo e denominata appunto Festa della Liberazione.

Il 27 aprile del 1945 Mussolini, indossando l'uniforme di un soldato tedesco, venne catturato a Dongo, in prossimità del confine Svizzero, mentre tentava l'espatrio insieme a Claretta Petacci. Riconosciuto dai partigiani, venne imprigionato e giustiziato il 28 aprile a Giulino di Mezzegra e successivamente il suo cadavere esposto a testa in giù, accanto a quelli della Petacci e di altri gerarchi, in piazzale Loreto a Milano. 

Il 25 aprile è la Festa della Liberazione: non dimentichiamo gli uomini e le donne che morirono per garantirci i diritti democratici e il benessere di cui oggi godiamo, grazie a loro.

Pubblicato in Eventi

Papa FrancescoDurante la visita a Pompei di sabato 21 marzo Papa Francesco si è più volte fermato lungo il suo tragitto in papamobile, ad un certo punto è addirittura tornato indietro per prendere in braccio il piccolo Giovanni, un bimbo di Angri di soli 6 mesi.

Una grandissima emozione per  mamma Arianna e papà Alessio, arrivati proprio da Angri con il fratellino Marco di due anni. 

"Abbiamo atteso dalle 5 di questa mattina l'arrivo di Papa Francesco - racconta papà Alessio - Siamo cosi' felici adesso. Non credevo che il Papa abbracciasse e baciasse mio figlio". I due giovanissimi hanno pianto  per l'emozione. Come loro, anche chi ha potuto solo sfiorare il Papa, stendergli la mano. Quando il piccolo Giovanni e' stato riportato alle braccia dei suoi genitori, la gente intorno tentava di toccarlo, accarezzarlo, come a voler portare a casa il tocco del Papa attraverso il corpicino del bambino che aveva baciato.

Papa Francesco

Pubblicato in Curiosita'

Elezioni Angri(Riceviamo e Pubblichiamo) Mancano un centinaio di giorni alle elezioni amministrative qui ad Angri ed è necessario prepararsi a tutto. Ragionando su questo prossimo evento, mi sono persuaso (ipnotizzandomi allo specchio secondo i dettami del noto manuale del mago Forrest), di essere in grado di descrivere, senza per questo giudicare, una serie di iniziative e comportamenti, adottati dai candidati alle alte cariche in seno alla prossima giunta ed al consiglio comunale.

Risuscitare eventi che sono stati bocciati dai cittadini, sperando che quei pochi che ne avevano tratto un beneficio, possano diventare sostenitori di un progetto politico basato ancora una volta sul clientelare scambio di favori.

Travestirsi da testimoni di Geova, garantendo a chi abbraccerà la propria causa, il paradiso delle uguaglianze, delle scelte amministrative per il bene dei cittadini, della diminuzione delle tasse in un mondo nuovo dove il servizio pubblico funzioni bene.

Sparare a zero sull'operato delle passate amministrazioni, spacciandosi per salvatore della patria, il "messia" tanto atteso ed unico in grado di fare le scelte giuste in contrapposizione con chi ha sempre usato Angri e le sue risorse, umane ed economiche, per i propri usi e consumi.

Promettere mari e monti, visitare gli elettori proponendo un "menù" del giorno di festa, fatto di succulente pietanze che, a loro modo e secondo la propria opinione, sono ricette facili ma che nessuno ha mai voluto realizzare. Quando fanno cosi sembra quasi di essere di fronte a dei grassi, unti ed opulenti osti.

Recuperare vecchi sodalizi, riabbracciando candidamente, antichi nemici/amici in nome dei numeri; dimenticando cruenti comizi, denunce e ricatti, scambi di ruolo e di favori, del resto come diceva Totò: a tavola non si invecchia mai; ed io aggiungo: a tavola si mangia meglio in compagnia.

Rinnegare le vecchie idee, comportarsi peggio di Pietro al canto del gallo e dire tutto ed il contrario di tutto, su tutti. Ed anche di fronte all'evidenza dei fatti: negare, negare, negare...al massimo rammaricarsi per non essere stati capiti.

Dimenticare quello che si è detto alle passate elezioni, quello che si è detto un anno prima, quello che si è detto il giorno prima. E poi la magia: ricordare come fosse propria opera, anche quello che non si è fatto, purché sia stato fatto bene (non importa da chi).

Ormai ci siamo, si salvi chi può, e chi non può? beh si arrangi!

Per quel che mi riguarda io farò la mia parte andando a votare, senza dimenticare che le elezioni sono un gioco matematico: vince chi prende più voti (sperando sia anche chi prende meno per il culo i cittadini).

Carmine Lanzieri Battaglia 

Pubblicato in Curiosita'
Venerdì, 28 Novembre 2014 10:11

Trentennale del mensile “ANGRI ‘80”

Venerdi 28 novembre 2014 alle 18,30, ad Angri, presso la sala teatro Santa Maria di Costantinopoli si svolgerà la cerimonia di premiazione dei vincitori del premio letterario nazionale “Angri ‘80”.

Durante la manifestazione la presentazione del libro per il trentennale del mensile “ANGRI ‘80”, con le opere vincitrici e l’antologia degli editoriali.

Angri 80

Pubblicato in Curiosita'

Pippo della Corte(Riceviamo e Pubblichiamo) E' stato condannato dal Giudice di Pace del Tribunale di Nocera Inferiore Maria Tudino l'ex candidato alla carica di sindaco nel Comune di Angri Eliodoro Barba. L'esponente della lista civica "Noi liberi ed uguali" durante la campagna elettorale per le amministrative del 2007 minacciò e diffamò un giornalista, difeso dall'avvocato Giovanni Pentangelo, a seguito di un articolo apparso sul quotidiano "La Città".

Tra le espressioni intimidatorie proferite dal candidato alla fascia tricolore anche una rivolta al fratello del giornalista: "Dì a tuo fratello che appena lo incontro gli faccio mangiare il giornale su cui scrive e gli gonfio la faccia di schiaffi". Inoltre, dal Barba venne anche diramato un comunicato stampa ingiuirioso e offensivo nei confroenti del giornalista.

Dopo più di sette anni il politico è stato dichiarato colpevole dei reati di diffamazione e minaccia. Concesse le attenuanti generiche, è stato condannato alla pena di seicento euro di multa, oltre al risarcimento "di tutti i danni subiti dalla costituita parte civile che liquida in via equitativa nella somma di quattrocento euro" oltre "al pagamento delle spese di costituzione della parte civile che liquida nella somma di mille200 oltre al quindici per cento per spese generali, Iva e Cassa come per legge", è riportato nel copro della sentenza.

Comunicato Stampa

Pubblicato in Curiosita'
Giovedì, 30 Ottobre 2014 09:26

Angri saluta il Maestro Nicola D’Ambrosio

Nicola D'AmbrosioAngri saluta un grande uomo di Sport e di vita, il Maestro  Nicola D’Ambrosio, un angrese conosciuto da tutti e diventato famoso anche  grazie alle innumerevoli partecipazioni televisive tra gli anni ottanta e novanta, molti ricorderanno, tra le tante, le sue performance a "Scommettiamo Che?" la popolarissima trasmissione di Raiuno condotta da Fabrizio Frizzi e a "Bellezze al Bagno", il programma di Rete4 nel quale fece esplodere con la sola forza dei suoi polmoni una borsa di acqua calda.

Un uomo forte sia nell'animo che nel corpo che lascia sicuramente un grande vuoto in tutti coloro che lo hanno conosciuto.

Letrescimmiette porgono sentite condoglianze alla famiglia.

Pubblicato in Urbanistica
Pagina 1 di 12

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.
Testi, immagini  e contenuti presenti su questo blog possono essere utilizzati dagli utenti, senza scopo di lucro, in siti o in altri spazi web, chiediamo solo di menzionare letrescimmiette.info quale fonte.
Il proprietario di letrescimmiette.info non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post e per quanto pubblicato negli articoli e nei contenuti inviati dai lettori stessi.
Ciascun commento,articolo o post inserito vincola l'autore dello stesso ad ogni eventuale tipologia di responsabilità... LEGGI TUTTO...

Le Tre Scimmiette Blog © Angri vista dagli Angresi | Vivi e Racconta la tua Città | All rights reserved. Developed by Ing. G. Barbella

Login or Register

LOG IN