LeTreScimmiette.info - Angri vista dagli angresi - News

A+ A A-
Curiosita'

Curiosita' (571)

Giovedì 13 Settembre 2018, alle ore 17,30, sarà inaugurata la mostra, curata da Maurizio Vitiello, “CORRELAZIONI ASTRATTE” con opere recenti, in tecnica mista, dei tre artisti aniconici dell'area campana Eduardo FERRIGNO, Antonio IZZO, Gianni ROSSI, all’Associazione Artistico-Culturale “Eventi”, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Sociologi – Dipartimento Campania.

Saluti di Enrico Contu e Antonella Giordano.

Intervento critico di Maurizio Vitiello.

Saranno presenti gli artisti.

L’esposizione resterà aperta sino a domenica 23 Settembre 2018; orario galleria: 17,30-19,30.

Catalogo in galleria.

Da anni Eduardo Ferrigno, Antonio Izzo Gianni Rossi saggiano i loro studi e i loro interventi in mostre di gruppo; hanno voglia di esprimersi, di “esserci”, di discutere.

E’ chiaro che la prospettiva del domani è nell’attualità dell’arte.

Il loro procedere è un gioco sottile di rimbalzi; orizzonti, profili, panorami s’interconnettono nelle frontiere comuni.

Oggi abbiamo bisogno di bellezza e di sogni; "La bellezza salverà il mondo" afferma il principe Miškin nell'Idiota di Dostoevskij e “Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni” scrive il grande drammaturgo seicentesco che fu Shakespeare, nella sua opera “La tempesta”.

Il loro cammino è accattivante, va verso il “bello” e il loro impegno è sincero; finitime sono le loro impostazioni, e, tra le loro opere, si colgono, si avvertono e si percepiscono “scambi di confine”, nell’alveo di produzioni serissime e nel concreto ventaglio di traguardi raggiunti, già, coerentemente, alle spalle.

Gianni Rossi, gioca, da sempre con titoli orientati, talvolta intriganti, insomma appassionanti, e puntualizza con precisa chiarezza la sua linea, sia grafica che pittorica, che ha avuto, serie dopo serie, passo dopo passo, momento dopo momento, enunciazioni chiare, esplicite, capaci, convinte e persuasive, senza inganno alcuno.

Con disegni e chine ha affrontato tesi e tematiche, indicate e registrate in libri e monografie esemplari.

Il vocabolario segnico-coloristico di Gianni Rossi invita a pensare a uno “screening” puramente giocato nello spazio dei contrappesi visivi, degli accordi cromatici e delle sintesi geometrico-compositive.

Ma il peso, il valore degli impasti è anche giocato, in maniera determinata con materie varie, che sceglie con argute risoluzioni.

Ma sotto c’è una mappatura metaforica e una geografia di combinazioni, puro traslato di immaginazioni, in parte, e di assensi strutturali reali, per l’altra buona metà; insomma, solo una lettura attenta, profonda, combinata riesce a cogliere quanto di vigilato è sui piani partecipi della sua pittura, che intende accogliere il mondo esterno, che filtra nella sua anima e nelle sue acquisizioni mentali.

Ciò che è fuori pareggia con l’intimo sentire.

Più volte, nel tempo, abbiamo scritto su e per Gianni Rossi - basta vedere le indicazioni bibliografiche dei suoi cataloghi - e sempre abbiamo posto l’accento sulla predominanza di una voluta disposizione geometrica di base, combinata ad accogliere un sostrato di matericità, nell’approccio con la tela e con altri supporti.

Ma abbiamo anche informato, i lettori di quotidiani e di riviste, su cui siamo intervenuti, che nell’esercizio pittorico di Gianni Rossi s’espande, sulle affinate e incidenti trame e sui dinamici e pulsanti orditi astratto-geometrici, un pregevole dettato segnico, supportato da una tensione poetica, che pone nel gioco compositivo allusioni di racconti, sottilmente e variegatamente affabulanti, per rendere sensi luministici.

La linea geometrica predominante s’imbeve di tessuti materici, di estensioni logico-spaziali armonizzate, amalgamate, connesse con spiriti di corporeità. Insomma, la linea virtuosa s’aggancia a infrazioni materiche, a palpitanti campiture, a reti ben impastate, dove s’estendono motivazioni di ricerca sul senso della vita e sulla stessa pittura.

Crediamo, che, man mano, i suoi lavori saranno sempre più apprezzati dal mondo della critica e ogni opportuna occasione espositiva permetterà una sempre migliore acquisizione del tracciato segnico-pittorico-poetico che valida un percorso di attenzioni massime al mondo.

L’ attuale tracciato dall’artista Gianni Rossi posiziona commenti e aperture. L’artista si sofferma, in modo esteso, a contenere gli imbarazzi contemporanei e a rilanciare possibili visioni di concordia.

Per l’artista ogni mostra è: “ … Una raccolta di opere poste in sequenza, come un divenire di tempi e realtà, di distanze e luoghi, con un costante approccio al territorio, alla geografia di luoghi, alle luci e alle cromie della realtà vissuta. …”.

Le sue tele si inseriscono nel filone dell’astrattismo contemporaneo in cui a prevalere sono linee segmentate e colori volutamente accesi, brillanti e squillanti, attraverso l’uso di acrilici, collages, impasti di polvere di marmo e di carta, e non solo.

Semplicemente, Gianni Rossi percorre le strade dell’astrattismo di matrice lirica, in cui eleganze curvilinee, fraseggi pittorici, ribattute articolazioni e consistenze materiche sottolineano campiture gravide di umori e di verità, mentre segni, segnacoli e segnali intercettano effetti ludici e sorreggono i tagli più squisitamente geometrici in chiave astratta.

Gianni Rossi sa bene come portare avanti la sua personale, garbata descrizione astratto-lirico-geometrica all’interno delle ricerche delle numerose onde astratto-informali, tanto da essere un punto di riferimento per le nuove leve e motivo di studio per giovani studenti universitari.

Ovviamente, è riuscito a determinare e a definire una sua cifra di riconoscibilità, il che non è poco; anzi, è quel molto che lo potrà sempre decisamente contraddistinguere, ma non solo nella sua terra d’origine.

Chi studia l’astratto-lirico-geometrico deve sapere che questo codice interpretativo è stato investigato e reso da artisti di varie latitudini.

Gianni Rossi regola memoria e maniera, riclassifica le tonalità dei colori, rimedia il senso del taglio per agevolare aperture e uncinare valenze certe, in cui spessori rendono profondità reali e, altre volte, cosmiche.

Riuscire, dopo tanti anni di integra ed esperta carriera, a essere riconosciuto come valido interprete di un segmento qualificato, che fa combaciare le estremità dell’astrattismo lirico e dell’astrattismo geometrico, depone tutto a suo favore.

Oggi, Gianni Rossi nella continuità di una linea raffinata dell’arte si pone nella folta schiera delle firme, accorsate e serie.

Il merito principale dell’artista è di aver raccolto e riattivato le sue prese di coscienza in sviluppi vitali con un esercizio quotidiano, di respiro e di metodo, che non lo stanca.

Oggi, più di ieri, prosegue nell’elaborare un circolo di riconsegne estetiche, consistenti e condivise.

Maurizio Vitiello

Google bookmarkTwitterFacebookDiggMyspace bookmark
Martedì, 11 Settembre 2018 06:50
Pubblicato in Curiosita'
Scritto da
Leggi tutto...

vesuvio 1944Intorno alle 16.30 del 18 marzo 1944 il Vesuvio si risvegliò e fu uno degli avvenimenti più drammatici di quel periodo. L’Istituto di geofisica e vulcanologia, dell’Osservatorio vesuviano certificò un’attività durata fino al 7 aprile 1944

La caduta di ceneri e lapilli riguardò Angri e arrivò fino a Salerno, le strade diventarono nere e la notte la gente si recava ad assistere allo spettacolo del cratere fiammeggiante.

 

Google bookmarkTwitterFacebookDiggMyspace bookmark
Domenica, 18 Marzo 2018 13:21
Pubblicato in Curiosita'
Scritto da
Leggi tutto...

elezioniSorteggiati gli scrutatori per le elezioni politiche 2018

Il sorteggio è stato effettuato attraverso un'apposito software tra tutti gli iscritti all’Albo degli Scrutatori.

 

Qui la lista completa.

Google bookmarkTwitterFacebookDiggMyspace bookmark
Venerdì, 09 Febbraio 2018 07:54
Pubblicato in Curiosita'
Scritto da
Leggi tutto...

Il Forum Dei Giovani di Angri è lieto di collaborare con il Forum di Sant'Antonio Abate, l’Associazione “Ampio Raggio” e gli altri Forum del territorio per l’attività di cooperazione a favore della popolazione irachena. L’operazione si pone come obiettivo principale quello di rendere meno difficile e dura la vita dei numerosi bambini che,quotidianamente, si vedono costretti a subire sulla propria pelle le angherie e le difficoltà della guerra.
Il materiale necessario, da consegnare entro e non oltre il 13 Gennaio,è di interesse didattico e ludico. Possono partecipare tutti i cittadini, di ogni età, che intendono donare materiale nuovo o usato;
tale materiale, poi, sarà trasportato, grazie all’ Esercito Italiano, in Iraq e distribuito a scuole ed orfanotrofi presenti sul territorio.

Per questo fine settimana la sede del forum dei giovani di Angri fungerà da “deposito” e potrete consegnare il vostro materiale ai giovani consiglieri presenti in sede.

Google bookmarkTwitterFacebookDiggMyspace bookmark
Lunedì, 08 Gennaio 2018 07:59
Pubblicato in Curiosita'
Scritto da
Leggi tutto...

Dopo la parte burocratica, con l’insediamento e la nomina del presidente, il forum dei giovani di Angri passa subito all’azione.
Il neo consiglio angrese, di concerto con l’assessore all' ambiente Maria Immacolata D’Aniello, comunica che a partire dal giorno 29 dicembre 2017, saranno consegnati a tutti i locali presenti nel centro città delle apposite buste per la raccolta mirata di bottiglie e materiali in plastica, precedentemente abbandonati sulle panchine o direttamente sulla pavimentazione stradale, affinché questi rifiuti non diventino un danno per il nostro paese. Inoltre saranno disponibili altri due cassonetti per la raccolta del vetro adiacenti la sede del forum, sita in Piazza Doria.
La scelta di partire da questa azione è maturata dopo i fatti del 24 dicembre, giorno in cui la nostra città ha accolto migliaia di persone che, riversandosi in piazza per festeggiare e brindare, hanno tralasciato la "pulizia" facendo sembrare il nostro centro una sorta di discarica a cielo aperto.
Tale iniziativa, la prima del Forum, nasce dalla stretta sinergia che si sta creando tra il Comune di Angri ed i giovani consiglieri, un’unione mirata a rendere migliore la vita dei giovani angresi.

 

Ufficio stampa Forum dei Giovani, Angri.

Google bookmarkTwitterFacebookDiggMyspace bookmark
Venerdì, 29 Dicembre 2017 20:22
Pubblicato in Curiosita'
Scritto da
Leggi tutto...

Partecipa anche tu!

Partecipa alla Community, racconta la vita della tua città!

Aiutaci a Migliorare

Inviaci un consiglio per migliorare

Entra anche tu nella Tribu'

Diventa anche tu una delle scimmiette-entra nella tribù

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.
Testi, immagini  e contenuti presenti su questo blog possono essere utilizzati dagli utenti, senza scopo di lucro, in siti o in altri spazi web, chiediamo solo di menzionare letrescimmiette.info quale fonte.
Il proprietario di letrescimmiette.info non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post e per quanto pubblicato negli articoli e nei contenuti inviati dai lettori stessi.
Ciascun commento,articolo o post inserito vincola l'autore dello stesso ad ogni eventuale tipologia di responsabilità... LEGGI TUTTO...

Le Tre Scimmiette Blog © Angri vista dagli Angresi | Vivi e Racconta la tua Città | All rights reserved. Developed by Ing. G. Barbella