LeTreScimmiette.info - Angri vista dagli angresi - News

A+ A A-

Chi era Pasquale Novi (1915 - 1936) In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Pasquale Novi - Stadio di AngriPasquale Novi era un giocatore talentuoso e promettente ma il suo amore per la Patria e il desiderio di servire la nazione lo portarono lontano verso un destino crudele che spezzò tutti i suoi sogni.

Pasquale Novi nacque ad Angri il 15 maggio 1915, terzino destro esordì nell'U.S. Angri a soli 19 anni, la sua bravura e il suo talento furono notati sin dalle prime partite, arrivarono presto richieste da team campani e non solo, era conteso da squadre importanti, ma visse in un periodo storico non facile, il regime fascista, che alimentava ideali patriottici, che incisero non poco sulle sue scelte, non esitò a lasciare tutto anche a rischio della propria vita, rinunciò al calcio e ad una carriera prestigiosa, si arruolò come volontario nella Regia Aeronautica e fu assegnato a Capodichino come Sc. R.T. Radiotelegrafista.

Poteva servire l’Italia in un luogo tranquillo e sicuramente più sicuro, ma i suoi ideali andavano ben oltre, per il suo senso del dovere si fece assegnare ai reparti di volo e fu inviato in Africa Orientale.

Il destino fu crudele, i suoi sogni di servire la Patria furono presto infranti, il suo aereo, un bombardiere trimotore, fu abbattuto nei cieli eritrei il 10 marzo 1936, Pasquale Novi morì insieme ad altri cinque giovani.

Gli fu assegnata la medaglia d'argento al valor militare dal Ministero dell'Aeronautica e sempre nel 1936 gli fu intitolato lo Stadio Comunale di Angri e il piazzale antistante.

Le sue spoglie rimasero però per molto tempo lontane dall'Italia e solo grazie al desiderio della sua famiglia nel 1965 i suoi resti furono traslati e portati ad Angri.

L’intera comunità angrese attendeva il rientro di quel figlio speciale, fu vegliato per 48 ore da parenti, amici, autorità, sportivi e sconosciuti anche dai paesi limitrofi, tutti ad onorare un giovane calciatore partito come volontario e morto per servire la propria Patria.

Una città intera pianse il suo giovane coraggioso e valoroso soldato, le sue spoglie furono portate in corteo per le strade di Angri e oggi riposano nel cimitero comunale; il suo nome è inciso sul monumento ai caduti di Piazza Doria tra i valorosi soldati angresi.

 

“… ardito e pieno di entusiasmo: volontario in A.O.I., nonostante fosse impegnato per la manutenzione degli apparecchi a terra, chiedeva insistentemente di partecipare ad azioni di volo. In spedizione di bombardamento sul territorio nemico si distingueva per calma ed ardimento. Mentre volava verso lontano obbiettivo, al suo posto di dovere, perdeva gloriosamente la vita”.

Medaglia d'argento al valor militare

 

Google bookmarkTwitterFacebookDiggMyspace bookmark
Devi effettuare il login per inviare commenti

Disclaimer

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001.
Testi, immagini  e contenuti presenti su questo blog possono essere utilizzati dagli utenti, senza scopo di lucro, in siti o in altri spazi web, chiediamo solo di menzionare letrescimmiette.info quale fonte.
Il proprietario di letrescimmiette.info non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post e per quanto pubblicato negli articoli e nei contenuti inviati dai lettori stessi.
Ciascun commento,articolo o post inserito vincola l'autore dello stesso ad ogni eventuale tipologia di responsabilità... LEGGI TUTTO...

Le Tre Scimmiette Blog © Angri vista dagli Angresi | Vivi e Racconta la tua Città | All rights reserved. Developed by Ing. G. Barbella